Carrello appendice

Registrato
05/12/02
Messaggi
283
Luogo
Thiene (VI)

Vorrei sentire quanlche opinione in merito all'annosa questione del carrello appendice per la moto. Magari non tanto quelli a due ruote, effettivamente ingombranti, ma quelli piccolini monoruota che, a detta di chi li ha provati, non si sentono nemmeno.
Sono rimasto a quando qualche "furbone" ho autorizzato l'omologazione del carrello per le moto ma.... non quella del gancio traino.
Mi chiedo come mai negli altri stati dell'Unione Europea i ns. colleghi possono tranquillamente omologare il carrello ed in Italia no. Mi chiedo soprattutto perchè a loro venga concesso di circolare in Italia dato che la ns. legge non lo prevede.
Qualcuno sa se qualcosa è cambiato con il nuovo codice della strada e magari ora si può fare anche da noi? Oppure se è possibile farlo al TUV tedesco e poi portare l'omologazione da noi?
 

Andrea

Nel KOG da sempre
Presidente
Moderatore
Registrato
02/12/02
Messaggi
19.699
Luogo
Como
Moto
K1600 GTL 2015

Carrello

Non sono un esperto del settore ma, teoricamente, tutto quello che viene omologato in uno stato CE, è automaticamente omologato anche da noi, per cui se compro un carrello omologato dal TUV e lo uso qui, nessuno dovrebbe dirmi niente. Uso il condizionale perchè, come al solito, in Italia le leggi vanno interpretate e non sono sicuro di questo. C'è qualcuno di più esperto?
 

cirotetta

Nel KOG da sempre
Registrato
16/01/03
Messaggi
307
Luogo
Mirandola
Moto
GW 1800

Carrello

Andrea ha scritto:
Non sono un esperto del settore ma, teoricamente, tutto quello che viene omologato in uno stato CE, è automaticamente omologato anche da noi, per cui se compro un carrello omologato dal TUV e lo uso qui, nessuno dovrebbe dirmi niente. Uso il condizionale perchè, come al solito, in Italia le leggi vanno interpretate e non sono sicuro di questo. C'è qualcuno di più esperto?

Questo non e' sempre vero. Infatti le normative CE devono essere recepite dallo Stato in questione che rimane sovrano per le Leggi che lo regolano. C'e' un gap di tempo fra i decreti europei e quelli nazionali. Nel corso di questo gap vale la legge nazionale